Il Code 0, questo sconosciuto…

Negli ultimi anni  in barca a vela si sente sempre più spesso parlare del “Code 0”; di cosa si tratta? Il Code 0 e’ una nuova tipologia di vela, una via di mezzo tra un Genoa e uno Spi asimmetrico (Gennaker); viene utilizzata ad angoli di vento apparente molto stretti con poca intensità di vento, ma anche ad angoli più larghi con vento intenso quando lo spinnaker asimmetrico non è utilizzabile perché troppo grande.

iCaptain Vela Code 0
Code0 di Stupefacente, Bruno Stanzione

Essendo disegnato con un area molto più grande della vela di prua (circa il doppio di un Genoa e quasi 3 volte l’area di un fiocco ) è costruito con materiali più leggeri.

Si rivela essere una vela molto importante per uscire dalle bonacce durante le regate lunghe o per sviluppare notevoli velocità alle andature di traverso e lasco stretto con un vento più sostenuto.

Inoltre a differenza del gennaker il Code 0 è vincolato ad una cima detta “Cavo Antitorsione” sul  lato dell’ inferitura (il lato di pruavia della vela). Tale cima è praticamente quasi inestensibile e consente alla vela di essere avvolta su sé stessa allo stesso modo con cui il Genoa viene avvolto attorno allo strallo (in realtà si stanno già sviluppando soluzioni “cabeless”.

Per questo motivo il Code 0 si rivela una vela comoda anche per la crociera. Il suo utilizzo aumenta notevolmente le prestazioni  in condizioni dove solitamente si usa il motore, per esempio con poco vento in andature dalla bolina larga al lasco stretto.
Il Code 0 viene in genere “murato” cioè fissato in basso su un cavallotto di prua e davanti allo strallo, oppure su un bompresso, nel caso la barca ne sia dotata. Possono essere utilizzati i rinvii e le scotte  dello spinnaker o circuiti appositamente dedicati a questa vela  per la sua regolazione.

Reply