La Rosa dei Venti

iCaptain rosa dei venti maestrale grecale tramontana ponente levante ostro scirocco libeccio

Tramontana, Grecale, Levante, Scirocco, Mezzogiorno, Libeccio, Ponente e Maestrale: il nome degli otto venti della rosa è noto ai più ma spesso ci si confonde sulla direzione e si ignora l’etimologia dei nomi, sembrerà strano o scontato ma le due cose sono connesse tra loro, imparata l’etimologia non si dimentica più la direzione.

Partiamo dall’origine: siamo intorno all’anno 1000 d.C. e le repubbliche marinare si stanno affermando sul dominio economico del mediterraneo, si naviga sempre più verso oriente e a sud della Sicilia navigando verso la Grecia, la Turchia, la Siria, il Marocco ecc. ecc.

Nella Navigazione Marittima molte definizioni sono nate per consuetudine e cosi anche la rosa dei venti: nel navigare i marinai avevano bisogno di indicare la direzione di provenienza dei venti e sfruttarli nelle andature soprattutto poppiere per giungere a destinazione.

La collocazione geografica precisa da dare alla rosa non è certa, si pensa a sud dell’Isola di Malta, Centrata sull’Isola di Zante o Creta; diciamo che una collocazione più precisa che tenga conto degli attuali confini politici potrebbe essere quella dell’Isola di Zante.

Iniziamo dicendo che il piano dell’orizzonte si divide in 4 quadranti ampi 90° ciascuno rispettivamente nelle direzioni N-E-S-W (in senso orario ogni 90°), ai venti che spiravano da queste zone si associava la direzione del Sole al Sorgere (Sol Levante) o al Tramonto (Sol che Pone) da qui i nomi Levate per il vento proveniente da E, Ponente per quello proveniente da Ovest.

Per il vento proveniente da N si utilizzava indicare la direzioni dei monti (Ultra Montes) da qui Tramontana, per quello proveniente da S la direzione del sole a metà giornata da cui Mezzo Giorno o Ostro (“Auster” figlio di Astreo e Eos) associato al mito di Auster portatore di piogge e caldo dall’estremo Sud.

A metà di ogni quadrante (45°) si hanno i venti che spirano da NE-SE-SW-NW; a questi venti veniva associato il nome delle regioni dal quale spiravano e quindi: Grecale da NE (direzione della penisola greca), Scirocco da SE (dalle coste Siriane), Libeccio da SW (dalle coste libiche), Maestrale da NW (dalla città Maestra che era rappresentata da Venezia).

Altre interpretazioni possono essere possibili in quanto a seconda dell’epoca storica le prima carte nautiche del Mediterraneo posizionavano la rosa in zone diverse.

Adesso speriamo che i nomi restano ben a mente ma ci viene scontata la domanda ma questa rosa per cosa la usiamo? 

Beh la rosa resta una pura convenzione che ci serve ad indicare la direzione di provenienza di un vento e viene utilizzata così com’è in tutto il mondo; ad esempio se mi trovo a Fiumicino e sussiste un vento da NE, quindi un grecale, non vuol dire che il vento proviene dalla Grecia ma semplicemente dalla direzione NE.

Altro utilizzo pratico della rosa è quello di utilizzata sulle bussole dove oltre alle direzioni principali troveremo, in base alla precisione della stessa la suddivisione delle direzioni di grado in grado.

1 comment

  1. Tina Sail 16 Agosto 2019

Reply